Corso di Laurea in Fisioterapia
Info: segmed@unipr.it      0521 033700 (Segreteria) - 0521033151(Coord. Fisiot.)
 Storico dei corsi di insegnamento: Corso Integrato di Metodologia Generale della Riabilitazione - 2012/2013 Logout
 

Corso Integrato di Metodologia Generale della Riabilitazione

 

Anno accademico 2012/2013

Docente Prof. Cosimo Costantino (Coordinatore del corso)
Dott. Antonella Tambini
Giorgia Squeri
Dott. Carla Valeri
Anno 1░ anno
Tipologia Caratterizzante
Crediti/Valenza 5
SSD MED/34 - medicina fisica e riabilitativa
Moduli didattici
Tecniche Massoterapiche
Storico Altri anniV
 

Obiettivi formativi del corso

Gli obiettivi formativi del corso integrato sono finalizzati alla conoscenza delle tecniche fisioterapiche strumentali, manuali e dei loro effetti biologici. Il discente deve inoltre saper valutare i dati oggettivi e soggettivi del paziente nella progettazione del processo assistenziale fisioterapico e infermieristico e saper riconoscere le principali misure di prevenzione ergonomica e infermieristica nella gestione del paziente.

 

Programma

CORSO INTEGRATO DI METODOLOGIA GENERALE DELLA RIABILITAZIONE

Esame 5
I anno, II semestre, 5 CFU
Coordinatore Prof. Cosimo Costantino (PR), Dr. Paolo Epifani (PC)
 
Medicina Fisica e Principi di Massoterapia (SSD MED/34) 1 Credito
Prof. Cosimo Costantino (PR), Dr. Paolo Epifani (PC)
 
Mezzi fisici: generalità
Termoterapia; Correnti elettriche; Microonde; Fototerapia; Ultrasuoni; Laserterapia; Mesoterapia;; Magnetoterapia
Trazioni vertebrali
Le applicazioni dei mezzi fisici in patologie ortopediche: indicazioni e controindicazioni
Idroterapia
 Valutazioni Strumentali e Innovazioni in Medicina Fisica e Riabilitazione”                    Massoterapia, Elettromiografia di superficie; Valutazione baropodometrica ; Ipertermia; T.E.CA.R.terapia; Laser ND-YAG; U.S. a freddo; SEQEX Terapia

 

Valutazione generale del paziente (SSD MED/48) 0,8 Crediti

Ft. Annarita Molinari (PC)

PARTE TEORICA

MOVIMENTO / POSTURA legati alle “ patologie “; esempi

CHE COSA POSSIAMO VEDERE: cosa / come fare

Non si può parlare di patologie; tipologie di pazienti: che cosa vedere e come agire

CHE COSA SUCCEDE: segni primari / segni secondari

CHE COSA DOBBIAMO VEDERE: osservazione e valutazione dei segni

Osservando e valutando il paziente, l’allievo dev’essere in grado di valutare le potenzialità residue che devono essere sfruttate, tenendo conto dei segni

NOZIONI DI ERGONOMIA / CONOSCENZA DELLA DISABILITA’ come eseguire correttamente i gesti lavorativi: Art. 49 del titolo V del D. Lgs. 626/94

MANOVRE CORRETTE per aiutarlo a mantenere delle posture corrette: a letto/ seduto in carrozzina

MANOVRE CORRETTE per aiutarlo a muoversi: posizionamenti/ trasferimenti

AUSILI E LOCALI caratteristiche; come usarli correttamente; come insegnare al paziente e/o parente ad usarli correttamente

OBIETTIVO autonomia della persona

PARTE PRATICA

Impostata sul: Vedere / Provare / Riflettere / Ragionare

Laboratorio ( lavoro di gruppo: presentazione, discussione,” mettere le mani “)

Visita del reparto riabilitativo: palestra, camere, bagni

Visita ad un paziente ricoverato

Utilizzo / prova di una carrozzina

Come si muoverebbero loro e perché

Posizionamento corretto a letto

Trasferimenti

Prova pratica tra di loro

Prova pratica con un  paziente

 

Tecniche Massoterapiche (SSD MED/48) 1,1 Crediti

 Ft Giorgia Squeri

Cenni storici e definizione di massaggio

Norme preliminari: Ambiente, Materiali, Paziente, Massaggiatore

Caratteristiche del massaggio

Manovre fondamentali: Sfioramento, Frizione, Pressione, Impastamento, Vibrazione, Percussione

Esame del paziente ( teoria e pratica ): Cute, Tessuto muscolare, Tendini, Articolazioni, Circolazione, Sistema nervoso

Massaggio delle varie regioni (teoria e pratica ): Cervicale Dorsale, Lombare, Arto inferiore, Arto superiore, Addome,  Torace, Viso

Cenni introduttivi al Massaggio Trasverso Profondo ( Cyriax )
Cenni introduttivi al Massaggio Connettivale ( Dicke )

Cenni intruduttivi alla Manipolazione della Fascia ( Stecco )

Cenni introduttivi allo Shatsu
 

Terapia Fisica (SSD MED/48) 0,6 Crediti

Ft. Federica Mosetti (PC)


L'Ultrasuonoterapia e la Sonoforesi ( cenni teorici ed applicazioni pratiche )
La Laserterapia ( cenni teorici ed applicazioni pratiche )

L'Elettroterapia antalgica ( TENS, Interfefenziale ) ( cenni teorici ed applicazioni pratiche )

L'Elettroterapia ( C. Galvanica, Ionoforesi, C. Diadinamiche ) ( cenni teorici ed applicazioni pratiche )

L'Elettrostimolazione: Onde Quadrate, Triangolari, Triangolo-Esponenziali, C. di Kotz, Onde quadrate bifasiche ( cenni teorici ed applicazioni pratiche )

La Radarterapia e l'Ipertermia ( cenni teorici ed applicazioni pratiche )

La TECAR terapia ( cenni teorici ed applicazioni pratiche ) 

 

Esame obiettivo del paziente (SSD MED/48) 0,5 Crediti

Ft. Antonella Tambini

Osservazione:atteggiamento del paziente,normale allineamento,simmetrie,asimmetrie  del tronco e degli arti, analisi della distribuzione del peso corporeo nelle posture durante il riposo e in alcune attività funzionali.Dimostrazione e laboratorio pratico fra gli allievi.

Palpazione dei tessuti molli,dei contorni ossei,conoscenza dei principali punti di repere ossei. Dimostrazione e laboratorio pratico fra gli allievi.

 Escursione articolare attiva. Dimostrazione e laboratorio pratico fra gli allievi.

Escursione articolare passiva. Dimostrazione e laboratorio pratico fra gli allievi.

Misurazione e registrazione dell’escursione articolare attiva e passiva. Dimostrazione e laboratorio pratico fra gli allievi.


Elementi di Infermieristica clinica (SSD MED/45) 1 Credito

Valeri Carla  (PR), Vedovelli Cristina  (PC)

Ruolo e figura  dell’infermiere (Presentazione del Profilo dell’Infermiere D.M 739/94)

I bisogni fondamentali dell’uomo secondo Maslow

Assistenza infermieristica  secondo il modello concettuale di V. Henderson  sui  “Bisogni" e di N. Roper “  sulle  attività di vita “.

Il processo di Nursing. Fasi del processo di Nursing (accertamento, pianificazione, attuazione valutazione)

Gli strumenti informativi infermieristici:

Dalla Scheda /Cartella Infermieristica , alla Cartella Integrata (multiprofessionale)

La grafica , principali  annotazioni  scritte: PA- PO- FR- Diuresi -Temperatura –Prescrizione terapeutica.

Definizione dei   parametri   vitali : PA –PO   (valori nella norma  e  loro principali alterazioni)

Esercitazione  sulla rilevazione della P.A. –PO.

Le  Infezioni  Ospedaliere:

Principale Misura di Prevenzione delle I.O. : il  lavaggio delle mani.(tipi di lavaggio)

Localizzazione delle I.O.

Le infezioni delle vie urinarie: fonti di infezione, cause più frequenti, drenaggio urinario, precauzioni  da adottare nel paziente portatore di catetere vescicaleper evitare le Infezioni delle Vie Urinarie.

Le Infezioni delle basse vie respiratorie: cause di insorgenza,Misure di prevenzione delle Polmoniti Ospedaliere.(uso corretto dei sondini  per Broncoaspirazion, Polmoniti  Ab Ingestis)

Batteriemie:Infezioni intravascolari  (  da   C.V.C., C.V.P.),  fonti di  infezione

Altre localizzazioni:infezioni cutanee da stafilococco ( reparto Ustionati )

Aree a Rischio in Ospedale:

Ad alto rischio per  i pazienti e per gli operatori

A medio rischio

A basso rischio

Classificazione dei presidi sanitari in:

Critici, semicritici e non critici

I dispositivi di protezione individuale o indumenti  barriera: maschere,occhiali e visiere.guanti (linee guida  per l’uso corretto),sovracamici, sovrascarpe

Precauzioni  da adottare : precauzioni standard (“S”)  +

Precauzioni aggiuntive per malattie a trasmissione aerea

Precauzioni aggiuntive per TBC polmonare

Precauzioni per  malattie  trasmissibili per contatto

Definizioni di :Antisepsi, Antisettico, Asepsi, Battericida, Batteriostatico. Contaminazione, Detergente, Disinfettante, Disinfezione, Disinfezione ad alto livello, Sterilità , Sterilizzazione, Tecnica Asettica

I disinfettanti

Principi per il corretto utilizzo dei disinfettanti (Avvertenze d’uso)

Principali disinfettanti utilizzati in ambito sanitario: Glutaraldeide, Alcool, Clorexidina, Cloro e suoi derivati, Composti a base di Ammonio Quaternario, Iodofori, Perossido di Idrogento

Eliminazione :

Urinaria e Fecale   (norma, colore  e  possibili alterazioni  da segnalare)

Il Catetere vescicale:

Precauzioni  da adottare nel  paziente portatore di catetere durante il   posizionamento o lo spostamento

Il raccoglitore esterno di urina (Pen Flo, condom)

Apparato gastroenterico: precauzioni da adottare nei pazienti portatori di

Sondino naso gastrico ( es. nel Post operatorio ,nella  Nutrizione  Enterale),

Stomie (cura e igiene)

OB.  Di  Primo Soccorso , gestione di  un paziente  colpito da Arresto Cardiaco, corretta  attivazione della catena della sopravvivenza,

esercitazione di BLS  (supporto alle funzioni vitali) secondo le linee guida I.R.C.  ( A-B-C-  della rianimazione caradiopolmonare)


 

Materiale didattico

Vai a Moodle

Visita i forum

Ultimo aggiornamento: 31/01/2013 14:19
HOMEPrimoPrecedenteSuccessivoUltimoPS